martedì 2 settembre 2014

Calzino spaiato, ti sistemo io...



So di non essere la sola ad avere sempre ed invariabilmente calzini spaiati nella cesta del bucato, basta cercare in rete per trovare un sacco di tutorial per realizzare appendi calzini più svariati, per conservare i superstiti in attesa di trovare il compagno. Già, ma io il compagno non lo trovo mai. Che fine facciano durante il percorso dalla cesta dei panni sporchi, al tamburo della lavatrice fino ai fili della lavanderia rimarrà per sempre un mistero, ma tant'è. Inutile realizzare collezionatori di calzini, meglio, mi son detta, pensare ad un recupero di quelli rimasti per sempre soli. Ecco quindi una proposta facile e divertente. Poi chissà che mi venga in mente qualcosa di nuovo...

domenica 31 agosto 2014

Ricomincio dall'inizio!



Ho scoperto che la sincerità è la vera dimostrazione di rispetto, e che l'umiltà è l'unica via da percorrere per migliorarsi. È successo che un'amica mi ha detto di cambiare qualcosa in un mio ultimo lavoro. Premetto che è un'amica competente e autorevole. La prima reazione è stata di fastidio e il primo pensiero qualcosa di simile a "io lavoro così, questa sono io, perché dovrei cambiare?". Poi pero ci ho riflettuto, e in seconda battuta il pensiero è stato "ma chi sono io per sapere incondizionatamente ciò che è bello e ciò che non lo è?", e poi ancora "come posso pretendere di essere giudice imparziale di me stessa?". Quindi ho accettato la critica e mi sono messa all'opera, mettendo in pratica il suo suggerimento. Ho guardato il risultato e ho pensato solo una cosa, semplicissima "ha ragione!". Il giorno dopo ho riguardato il lavoro, ho pensato "accidenti, grazie Fe!". Quindi le ho scritto subito.
Se lei mi avesse detto "che bello, brava!", avrebbe aumentato il mio ego, ma non la qualità del mio lavoro. Invece lei ha rischiato di ferirmi, ma ha permesso di farmi fare un passo avanti, e di questo le sarò grata per sempre. Non perché ho realizzato un prodotto migliore, ma perché mi ha ricordato che bisogna sempre mettersi in discussione, che bisogna apprezzare le critiche, perché sono difficili da fare tanto quanto lo sono da accettare.
Ecco quindi un'anteprima di ciò che è un piccolo, grande nuovo inizio per me e per i miei lavori...

Questo posto partecipa al tema "Inizio" di



Vi partecipano anche

  1. Multifaces Design di Elisabetta
  2. I sogni Risplendono di Sara
  3. Infeltriscimi di Daniela
  4. Lo Stile di Giò di Giovanna
  5. Favole di Legno di Angela e Marcello
  6. By Nadia di Nadia

mercoledì 20 agosto 2014

Facciamo di necessità virtù...



Quando il danno è fatto, inutile stare a rimuginarci troppo. Non starò a tediarvi con le nostre vicissitudini infortunistiche, vi dico solo che questa di Riccardo è la terza frattura in un anno. Abbattersi? Scoraggiarsi? Deprimersi? Mai! Reagire è l'unica opzione possibile, e un gesso unico, che strappi un sorriso, è un buon punto di inizio...

mercoledì 13 agosto 2014

Facile facile, ma tanto utile!



Una fascetta di tessuto ben fissata sul retro delle scarpette da ginnastica. Un accorgimento semplicissimo, anche se non così facile da fissare con la macchina da cucire, ma avete mai provato a calzare queste scarpine...?!?

mercoledì 6 agosto 2014

La moda vista da Vale



Siccome questa estate fa letteralmente schifo, per sopravviverle ci siamo dovuti inventare un sacco di attività al coperto. Esaurite tutte le varianti classiche, ho trovato il modo di occupare Valentina e di ottenere nel contempo dei disegni buffissimi. È bastato ritagliare dei capi di abbigliamento o degli accessori dalle riviste e lasciare che fosse lei a completarli. La signorina con gli orecchini è lei, io sono invece quella che spunta da una gonna lunga lunga...!

mercoledì 9 luglio 2014

Barbie mette su casa



Le miniature dei mobili Ikea sono divertentissime e della misura perfetta per le Barbie. Mancava solo la casa, quindi abbiamo trasformato uno scaffale della libreria, e per renderlo davvero accogliente, è bastato applicare sulla parete di fondo una foto trovata in una rivista di arredamento. Quando Barbie si stuferà, perché si sa, la donna è mobile qual piuma al vento, basterà cambiare foto!

lunedì 30 giugno 2014

R...estate creativi!


In estate la vita all'aria aperta, le vacanze e i bambini a casa, non mi lasciano più davvero il tempo per dedicarmi alle mie passioni. Forse rimanere in casa, china sulla mia macchina da cucire tra stoffe, bottoni e imbottiture, è più una terapia anti tristezza invernale. E così i giorni passano e la macchina rimane spenta sul mio tavolo. Posso dire che le uova delle mie creaturine si schiudono prevalentemente durante la stagione fredda. Ma questo non vuol dire che la creatività se ne vada in vacanza. O anzi sì, in realtà è proprio così! È proprio in vacanza che me la porto, a fare il pieno di nuovi stimoli, spunti e materiali. Ed è proprio in vacanza che mi serve per passare le lunghe ore sulla spiaggia con i bambini. Ecco allora che per esempio, una cosa semplicissima, tanto da non porsi definire neppure un lavoretto, è in grado di rendere un castello di sabbia davvero completo. Cosa serve? Quasi nulla: qualche stecchino, magari recuperato da uno spiedino, e un sacchetto di plastica...
E se proprio non avete nulla per costruire delle bandierine beh, potete sempre disegnare sulla sabbia...

Questo posto partecipa al tema "Estate" di



Vi partecipano anche

  1. Multifaces Design di Elisabetta
  2. I sogni Risplendono di Sara
  3. Infeltriscimi di Daniela
  4. Lo Stile di Giò di Giovanna
  5. Favole di Legno di Angela e Marcello
  6. Cosixeddas de Tostoina di Annagiulia
  7. NotturnoC di Cristina Notturno